Chris Shiflett – Non solo Foo Fighters

Ecco il secondo appuntamento con la rubrica settimanale Ain’t Only The Foos.
Oggi parleremo dei side-projects di Shifty. A differenza di quanto abbiamo visto con Dave, i progetti paralleli di Chris consistono quasi esclusivamente in altri progetti musicali. Andiamole ad analizzare nel dettaglio.

NO USE FOR A NAME

Poco prima di entrare nei Foo Fighters, Chris era impegnato con il gruppo skate punk dei No Use for a Name. La sua collaborazione è stata relativamente breve (1995-1999).
Chris è presente solo su 2 degli 8 album della band: Leche con Carne! e More Betterness!

ME FIRST AND THE GIMME GIMMES

Nel 1995 Michael Burkett, conosciuto anche come Fat Mike (voce – basso dei NOFX), fonda i Me First and the Gimme Gimmes. A lui si aggiungono Joey Cape (Lagwagon) e Chris Shiflett (Foo Fighters – utilizzando lo pseudonimo di Jake Jackson9 alle chitarre; Dave Raun (ex Rich Kids on LSD Lagwagon) alla batteria e alla voce Spike Slawson. La band è conosciuta principalmente perché sono soliti suonare esclusivamente cover punk di brani famosi.

  • Nel 1995 è rilasciato il loro primo singolo, Denver (poiché conteneva una cover di John Denver), dalla casa discografica Fat Wreck Chords. A questo ne seguono molti altri, pubblicati da varie etichette discografiche, intitolati con il nome o cognome dell’artista di cui erano rifatte le canzoni: Billy (Billy Joel), Diamond (Neil Diamond), Paul (Paul Simon), Barry (Barry Manilow). Nel 1997 è rilasciato il primo album della band: Have a Ball.
  • Nel 1999, dopo una lunga serie di singoli come Elton (Elton John), Garf (Simon & Garfunkel) e In Your Barcalounger (James Taylor), è rilasciato il secondo album della band: Are a Drag. Al suo interno sono presenti le cover di colonne sonore degli anni ’70 e ‘80 come Over the Rainbow (Il Mago di Oz), It’s Raining on Prom Night (Grease) e Phantom of the Opera Song (The Phantom of the Opera).
  • Nel 2001 pubblicano i singoli Del (Del Shannon) e Cat (Cat Stevens) come preludio al loro terzo album: Blow in the Wind. Al suo interno troviamo le cover di artisti come Bob Dylan (Blowin’ in the Wind) e Beatles (My Lovin). Nello stesso anno la band partecipa al Vans Warped Tour e rilascia un EP, Turn Japanese, per il solo mercato giapponese. Il 21 novembre 2001 è rilasciato un box set contenente tutti i singoli della band tra il 1995 e il 2001 e un inedito: Bob (Bob Dylan).
  • Nel 2003 partecipano nuovamente al Warped Tour e pubblicano il quarto album, Take a Break. Questa volta le cover sono di famosi brani funk e R’n’B (Lionel Richie, Stevie Wonder, Jackson 5, Aretha Franklin, etc.).
  • Nel 2004 pubblicano il quinto album, Ruin Jonny’s Bar Mitzvah. Il gruppo era stato ingaggiato da un fan per averli al suo Bar Mitzvah; la perfomance fu registrata e divenne un live album di cover inedite.

Qui ha fine la collaborazione di Chris Shiflett con i Me First & the Gimme Gimmes a causa dei suoi tanti impegni con i Foo Fighters. È sostituito dal fratello Scott.

  • La band nel 2006 pubblica un nuovo album: Love Their Country. I temi principali sono il country e il western. Troviamo, infatti, cover di artisti come Johnny Cash, Dolly Parton, Dixie Chicks.
  • Nel 2008 è rilasciata una raccolta di brani inediti, registrati tra il 1995 ed il 1997, intitolata Have another Ball.

VIVA DEATH

I Viva Death sono un gruppo formato da membri di Face to Face (Scott Shiflett), Foo Fighters (Chris Shiflett) e The Vandals (Trever Keith, Josh Freese, Chad Blinman). La band ha pubblicato tre album: Self Titled (2002), One Percent Panic (2006) e Curse The Darkness (2010)

JACKSON UNITED

Nel 2003 Chris fonda il gruppo punk rock degli Jackson United. A lui, cantante e chitarrista della band, si aggiungono poco dopo il fratello Scott al basso e Pete Parada (ex Offspring) alla batteria. Quest ultimo in breve tempo è stato sostituito da Cary LaScala. Il gruppo si è poi allargato con l’ingresso di Doug Sangalang nel ruolo di chitarrista ritmico. Nel 2004 Scott è sostituito da Omer Starr.

  • Nel 2003 rilasciano l’EP di debutto dal titolo Jackson. Inizialmente, infatti, il nome della band era proprio Jackson. Per motivi di copyright è stato dovuto sostituire in Jackson United.
  • Nel 2004 è rilasciato il primo album studio, Western Ballads, al quale fa seguito un tour promozionale. L’album è stato registrato durante le sessioni riguardanti il primo EP; infatti, non vi è stato alcun contributo da parte di Sangalang, Lascala o Starr. In ogni caso sono ringraziati nei credits dell’album.
  • Tra il 2004 e il 2007 la band è inattiva. Questo porta LaScala e Starr a lasciare la band. Al basso torna Scott Shiflett. Nessun batterista, invece, prende posto nel gruppo.
  • Tra il 2007 e il 2008 il gruppo torna in sala di registrazione. Alla batteria collaborano Dave Grohl e Taylor Hawkins. A loro si aggiungono poi alcuni tour members dei Foo Fighters: Rami Jaffee (tastiere) e Drew Hester (percussioni). Nel 2008 è rilasciato l’album Harmony & Dissidence. A causa degli impegni di Scott, durante il tour promozionale il ruolo di bassista è occupato da Charlie Ellis. Alla batteria si posizione stabilmente Joe Sirois.

CHRIS SHIFLETT & THE DEAD PEASANTS

  • Nel 2010 Chris Shiflett fonda un suo side project personale, notevolmente orientato alla musica country e rockabilly: Chris Shiflett & the Dead Peasants.
  • Nel 2011 è rilasciato il self-titled album di debutto. Delle nove tracce dell’album, otto sono state scritte interamente da Chris, della band è cantante e chitarrista; la nona, Burning Lights è infatti una cover di Joe Strummer.
  • Nel 2013 è pubblicato il secondo album, intitolato All Hat and No Cattle.

ALTRI COINVOLGIMENTI

  • Ha svolto il ruolo di compositore per i documentari Coastal Clash (2004) e One Winter Story (2006).
  • Nel 2005 compare come membro dei No Use For A Name nella commedia Cake Boy di Joe Escalante.

Rubrica a cura di Francesco Benvenuto

Leave a Comment


0

Your Cart