Il Foo Fighters Italian Fan Club ha avuto l’onore di scambiare due parole con lo Chef più simpatico della TV. Alessandro Borghese, o più semplicemente Ale, è un cuoco professionista e da qualche anno conduce alcuni programmi culinari di successo: Cucina con Ale!, Fuori Menù, Cortesie per gli Ospiti New York e molti altri…

Lo abbiamo intervistato per approfondire la sua passione per i Foo Fighters e la musica rock in generale…

Quali sono i generi musicali e le band che preferisci?
Amo tutta la musica, sicuramente il buon sano rock lo sento più vicino, ti invade e forse a qualcuno, come me, rapisce anche l’anima e la fa sua. 
Come dicono i chitarristi, sei rock quando sei “up to eleven”, “andare a undici”, cioè andare oltre il controllo tipico delle manopole del volume, oltre il massimo. Sui miei ipod girano diverse band da quelle datate 1962 fino a qualche in live 2012!

Qual’è stato il tuo primo concerto? ..e l’ultimo?
Il primo è stato da ragazzino, erano i Grateful Dead a San Francisco.
Di recente ho visto i The Black Keys a Milano.

Una band (o un evento) che non hai visto, ma che avresti voluto assolutamente vedere?
Collective Soul a Las Vegas, con mia moglie lasciavamo l’Hard Rock Hotel per rientrare in Italia e la Band di Ed Roland suonava due settimane dopo la nostra partenza.

Hai mai suonato/suoni uno strumento? Se dovessi formare una band, chi vorresti come compagni?
Avevo iniziato a suonare il sassofono… ma poi i fornelli hanno preso il sopravvento! Sicuramente se dovessi pensare a una mia band, al basso ci vedo bene Flea, alla chitarra Jimmy Page e alla batteria ovviamente Dave Grohl.

Hai mai creato un piatto (inventandolo) solo lasciandoti ispirare dalla musica?
La musica e sempre presente! Sia nella mia cucina e sia nella mia vita. È fonte di creatività, spesso i miei piatti arrivano da un’ispirazione musicale, la mia rivisitazione delle classiche zeppole napoletane chiamate Led Zeppolin sono solo uno degli esempi! Sul mio sito www.alessandroborghese.com ho una rubrica che si chiama appunto Kitchen Shuffle, dove abbino un mio piatto a una canzone.

Sappiamo che adori i Foo Fighters, da dove nasce la tua passione per loro?
Penso che Dave Grohl, nell’attuale panorama rock sia l’artista più completo.
Seguo molto i suoi progetti musicali, come i Queens Of The Stone Age, e Them Crooked Vultures che ho sentito suonare; e anche progetti satelliti come Probot. Faccio parte di una generazione che è rimasta orfana di quella band del dannato dai capelli d’angelo che ci ha fatto conoscere il grunge: i Nirvana.
(tra l’altro faccio gli ipotetici auguri a Kurt che il 20 febbraio avrebbe compiuto 45 anni). Ricordo ancora che a metà degli anni ’90 quando è spuntato il batterista della band, per curiosità ho ascoltato il primo album pensando di comprare un surrogato dei Nirvana e invece… vogliamo parlarne?

Hai mai visto i Foo Fighters live?
Mai, spero di vederli presto in stile ultimo video di These Days, girato durante la recente tournée in Australia e Nuova Zelanda.

Cosa cucineresti alla band?
Visto l’energia che emettono preparerei un serio carboidrato, partirei con dei primi romani, dai rigatoni alla carbonara ai bucatini alla matriciana per concludere con il mio tiramisù alla Borghese maniera!

Qual’è il tuo album preferito dei Foo Fighters? …e la tua canzone preferita?
Echoes, Silence, Patience e Grace. La mattina con il caffè, The Pretender è la mia carica! 

Hai visto i Grammy Awards quest’anno?
Cosa ne pensi della vittoria di ben 5 Grammy dei Foo Fighters?

Meritatissimi! Wasting Light è un album che ascolti senza saltare nessun pezzo. These Days avrei voluto scriverlo e cantarlo io durante la session live del tour in Australia e Nuova Zelanda.

Cosa ne pensi dell’iniziale accostamento Foo Fighters – Nirvana, che sembra esistere ancora oggi per qualcuno?
Sono totalmente diversi, anche se hanno un componente in comune!
Ma anche il gateau di patate e la pasta e patate hanno un ingrediente comune… ma non sono la stessa cosa! 😉

Grazie Alessandro per la tua disponibilità a questa intervista.
Un saluto da tutti i membri del Foo Fighters Italian Fan Club.


[image source_type=”attachment_id” source_value=”4825″ align=”right” title=”© Rizzoli Editore” icon=”zoom” lightbox=”true” width=”170″ autoHeight=”true” quality=”100″]

Seguite l’appuntamento quotidiano di Cucina con Ale! su Real Time dal Lunedì al Venerdi alle 18.40 (canale 31 del DVB o su SKY sul canale 124). Nella pagina di Real Time potete scoprire tutti i suoi video on-demand.

Vi consigliamo anche il suo libro “L’abito non fa il cuoco. La cucina italiana di uno chef gentiluomo” (ed. Rizzoli) dove Alessandro racconta il percorso della sua vita e della sua inedita cucina con oltre 50 ricette originali.

Sul sito www.alessandroborghese.com potete trovare tutte le informazioni su Ale e la sua azienda di catering “AB – Il Lusso della Semplicità”.

Seguite Ale su Twitter @BorgheseAle e la pagina di Facebook Ufficiale per tutti gli aggiornamenti!





Leave a Comment


0

Your Cart